Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.+Info

Per una visione completa si consiglia l'uso di Google Chrome

 



 

Tiziano-Venere di Urbino-1538

Ars Erotica

Da anni si dibatte sui confini tra erotismo e pornografia, ma di fatto si accetta la pratica del "travestimento spirituale"; per cui ci si richiama prima alla storia sacra e poi alla mitologia per rappresentare (fissandone puntigliosamente i canoni) quello che comunque eccita i sensi.

Il risultato è che in epoche di oscurantismo come il sei e settecento o di puritanesimo, come l'ottocento si finisce con l'eccitarsi alla vista di una caviglia scoperta.

Non c'è dubbio che il dominio anglosassone sull'Europa abbia fatto prevalere "il politicamente corretto", anche sulla più storicamente aperta cultura europea (si pensi alla peccaminosa Parigi, fonte di ispirazione per eccellenza per tanti artisti).

Come giustamente sottolinea Marcuse (non a caso di origine tedesca), a questo punto la società deve bandire, etichettando come perversione, il diverso (Egon Schiele per fare un esempio o tutta la c.d. "arte degenerata"; a meno che, ovviamente, non serva a fare soldi.

Chi trova gli vadano stretti i panni dell'ortodossia, ci mandi qualche suo lavoro e lo ospiteremo nell'area riservata, al riparo dei perbenisti.

http://arserotica.net

Ove non diversamente specificato, testi e immagini sono reperite su siti web pubblici e sono riprodotte ridotte di dimensioni e di risoluzione; se qualcuno ne detiene il copyright , scriva e verranno rimosse.
*Alcuni cookie di terze parti possono essere installati da inserzionisti, che agiscono in qualità di autonomo titolare del trattamento, non con la tua semplice navigazione sul presente sito ma a seguito di una tua azione come un “click out”. Maggiori informazioni